.
Annunci online

  Aurora86 AZZURRA LIBERTA' - * BLOG MORALMENTE INFERIORE *
 
Diario
 





   


HOME PAGE BLOG

AZZURRA LIBERTA'-ASCOLTA
 

INNO FORZA ITALIA-ASCOLTA
 



In una democrazia è il popolo
che sceglie i leader, non sono
i leader che scelgono il popolo.
Silvio Berlusconi 02/12/2006

MENO MALE CHE SILVIO C'E'



PROGRAMMA DI GOVERNO
2008-2013


TUTTI I CANDIDATI DEL
POPOLO DELLA LIBERTA'





Vota Berlusconi

 




...andremo avanti con la forza
della gente contro i parrucconi
della politica.-Silvio Berlusconi
P.zza S.Babila Milano 18/11/2007





Vota Berlusconi
 






"Lightmysite.it promuove il tuo blog  
sui motori di ricerca con
Promoblog
- fai luce sul tuo blog..."                  


"La difesa della libertà è la
missione più alta,più nobile,
più entusiasmante che      
ciascuno di noi possa avere
l'avventura di fare."     
Silvio Berlusconi  
























"E' sorta in questi anni 
un'altra Italia, umile e  
tenace , orgogliosa e    
onesta, moderata  ma   
ferma  nel  difendere   
i  principi  di  libertà,   
che  non  ha  nessun    
passato da nascondere 
e  che  soprattutto non 
ha paura di sperare e di
credere. Questa  Italia 
siamo  noi,  si  chiama  
FORZA  ITALIA  "     
Silvio Berlusconi





STO LEGGENDO:
CAMBIARE REGIME
La sinistra e gli ultimi
45 dittatori(Einaudi)


"Cos'altro dovrebbe fare
la sinistra,se non lottare
contro  le dittature  e
battersi per liberare i
popoli oppressi?"



LA GRANDE BUGIA 
"Le sinistre italiane e
il sangue dei vinti".
 


GRAZIE ORIANA: PENSIERI
E PAROLE INEDITI DOPO
L'11 SETTEMBRE.



Technorati Profile

Add to Technorati Favorites

Save This Page
del.icio.us my del.icio.us
Registra il tuo Blog
I am Aurora86 on del.icio.us
Add me to your network




Aurora86
? Grab this Headline Animator

Enter your email address:

Delivered by FeedBurner

Subscribe in a reader


Add to Google Reader or Homepage
Subscribe in NewsGator Online
Subscribe in Rojo
Add to My AOL
Add to netvibes
Subscribe in Bloglines
Add to The Free Dictionary

Add to Plusmo
Subscribe in NewsAlloy
Add to Excite MIX
Add to netomat Hub
Add to fwicki
Add to flurry
Add to Webwag
Add to Attensa
Receive IM, Email or Mobile alerts when new content is published on this site.
Add Aurora86 to ODEO
Subscribe in podnova

Add to Pageflakes

Subscribe to Aurora86

I heart FeedBurner

Visit the Widget Gallery
View blog reactions


Liquida



BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Blog Aggregator 3.3 - The Filter

Elenco dei Blog italiani blog Directory, inserisci il tuo

Blog-Show la vetrina italiana dei blog!












































PUBBLICIZZA GRATUITAMENTE
IL TUO SITO CON FREE -      
PUBBLICITA' GRATIS ! ! !      
CLICCA QUI...










"Troppo spesso è stata dimenticata   
la moralità del fare, la moralità del    
realizzare il programma annunciato  
agli elettori, la moralità dell’operare  
per mantenere gli impegni e per         
mantenere la parola data.                  
Per noi, la moralità nella politica        
consiste soprattutto nel mantenere  
gli impegni."   Silvio Berlusconi 


ARCHIVIO
SETTEMBRE 2008
AGOSTO 2008
LUGLIO 2008
GIUGNO 2008

MAGGIO 2008
APRILE 2008
MARZO 2008
FEBBRAIO 2008
GENNAIO 2008
DICEMBRE 2007
NOVEMBRE 2007
OTTOBRE 2007
SETTEMBRE 2007
AGOSTO 2007
LUGLIO 2007 

GIUGNO 2007
MAGGIO 2007
APRILE 2007
MARZO 2007
FEBBRAIO 2007
GENNAIO 2007
DICEMBRE 2006
NOVEMBRE 2006
OTTOBRE 2006
SETTEMBRE 2006
AGOSTO 2006
LUGLIO 2006
GIUGNO 2006
MAGGIO 2006







who's online


      

AURORA86
FEED IMAGES








29 novembre 2006

NON POTEVA CHE FINIRE COSI'.

Enrico Deaglio e Beppe Cremagnani sono indagati dalla procura di Roma per diffusione di notizie false, esagerate e tendenziose atte a turbare l'ordine pubblico. Lo ha annunciato lo stesso responsabile di Diario. Nel pomeriggio di martedì il giornalista e Beppe Cremagnani, autori di "Uccidete la democrazia!", film-documentario nel quale vengono denunciati presunti brogli da parte del Centrodestra in occasione delle ultime elezioni politiche, erano arrivati in Procura, per essere sentiti come testimoni dai pubblici ministeri Salvatore Vitello e Francesca Loy, titolari dell'inchiesta giudiziaria aperta alcuni giorni fa. Subito dopo avergli comunicato che assumeva la veste di indagato, Deaglio è stato informato dai magistrati che l'interrogatorio veniva sospeso e che prossimamente dovrà presentarsi in Procura accompagnato da un difensore. Cremagnani è stato sentito dai magistrati per circa un'ora. Enrico Deaglio e Beppe Cremagnani non hanno fornito alcun elemento concreto su possibili brogli  elettorali. La procura di Roma è, quindi, orientata a chiedere l'archiviazione del fascicolo.

"Sono stato indagato sulla base del presupposto che e' impossibile manipolare i dati delle elezioni a livello informatico", ha spiegato Deaglio, aggiungendo che per la magistratura il meccanismo di procedura elettorale "non e' manipolabile perche' la Cassazione proclama il risultato delle elezioni solo tramite cartaceo, che e' impossibile modificare".

Rainews-28/11/2006

 

Non poteva che finire così,la “bufala” è stata servita, adesso c’è da sperare che Deaglio e  i suoi “compagni di merende” politici, in primis Prodi e Fassino, che disperatamente hanno cercato di approfittarne per deviare l’attenzione della pubblica opinione da un governo in caduta libera nel consenso popolare, TROVINO TEMPO E MODO PER VERGOGNARSI.

Ma non è tutto,oltre che penalmente Deaglio&C dovranno risponderne in sede civile dove si annunciano richieste di risarcimento milionarie,primo tra tutti l’ex ministro degli interni Beppe Pisanu che ha querelato Deraglio concedendo “ampia facoltà di prova”.

E così il denaro che migliaia e migliaia di “koglioni con il cervello all’ammasso”,hanno speso abboccando alla farsa,acquistando il film “Uccidete la democrazia”,verrà in gran parte usato per risarcire i danni morali se non materiali. E’ proprio vero la mamma dei cretini è sempre incinta  








permalink | inviato da il 29/11/2006 alle 1:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (43) | Versione per la stampa


28 novembre 2006

COMPLETATI GLI ESAMI,SARA' DIMESSO.

"Cogliamo anche questa occasione per compiere gli esami di ordine cardiologico che ci diano le risultanze che stanno iniziando a darci. Ci vorranno un paio di giorni, non di più....Non uscira’ domani e sara’ dimesso probabilmente mercoledi"’. Con queste parole il professor Alberto Zangrillo, primario dell’ospedale San Raffaele di Milano, ha indicato ai giornalisti che gli chiedevano informazioni sullo stato di salute e sulla dimissione dall’ospedale del presidente Silvio Berlusconi. "Il presidente - ha riferito Zangrillo, che è primario al Reparto di terapia intensiva cardiologica - sta bene, e viene sottoposto in questo momento ad esami di accertamento, normalmente previsti per chi ha subito un episodio sincopale come quello che abbiamo avuto modo di vedere. Il fatto che abbiamo deciso di trattenerlo in ospedale è corretto dal punto di vista medico, perché gli accertamenti richiedono tempo per essere eseguiti in modo accurato e perché dobbiamo tenere conto del fatto che il presidente non ha mai tempo di sottoporsi ad accertamenti che sarebbero assolutamente necessari per un uomo come lui che non si risparmia mai". Ieri a Montecatini, ha riferito Zangrillo, "il presidente ha avuto verosimilmente un calo di pressione arteriosa dovuto al fatto che era particolarmente stressato, che sentiva l’evento e che il palazzetto era particolarmente caldo. Tutte condizioni per cui Silvio Berlusconi era sicuramente sotto stress da un punto di vista fisico".

A chi gli chiedeva se l’ex premier abbia accettato di buon grado di trattenersi in ospedale, il primario ha risposto: "Assolutamente sì, con la volontà precisa di seguire i nostri consigli".

A chi poi gli ha chiesto se sia opportuno che il presidente di Forza Italia partecipi alla manifestazione del prossimo 2 dicembre, ha poi replicato: "Sono certo che soffrirebbe molto di più a non esserci".

27 novembre 2006

In queste ore il sito di FI e tutti i siti azzurri sono intasati da migliaia e migliaia di messaggi di auguri,vicinanza e affetto per quest’uomo,il quale seguendo il richiamo della coscienza che imponeva di fare qualcosa,ha sfidato tutto e tutti, e continua a farlo incessantemente e con la caparbietà che gli è propria,perché certo della giustezza dei suoi intendimenti.

Telefonate e messaggi di auguri anche dai governi e dai leader politici praticamente da ogni angolo del pianeta,tra gli altri quelli del Papa in partenza per la Turchia e del Presidente Bush che ha chiamato mentre era in volo sull’AIR FORCE ONE.

C’è un’Italia dell’odio, viscida, che ha gioito di questo piccolo contrattempo e si augurava qualcosa di molto più grave,a costoro non vale nemmeno la pena replicare, più che esseri umani possono essere definiti a voler essere buoni “vermi muniti di gambe e braccia” ,senza offesa per i vermi naturalmente,poiché anche loro potrebbero offendersi se paragonati a costoro.

Del resto un leone come Silvio,ha combattuto ben altre battaglie anche con i peggiori mali  fisici e ne è uscito sempre vincitore.

DIO TI PROTEGGA SEMPRE PRESIDENTE BERLUSCONI,UNICA SPERANZA DI SALVEZZA DI QUESTO MALTRATTATO PAESE.




permalink | inviato da il 28/11/2006 alle 2:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa


27 novembre 2006

NULLA DI GRAVE.

“Magari qualcuno ha sperato che fossi caduto ma sono solo inciampato su un sasso e mi sono subito rialzato.” Così Silvio Berlusconi ha commentato  il malore che oggi lo ha colpito a Montecatini. Berlusconi si è sentito male mentre stava parlando davanti ai ragazzi dei circoli della libertà a Montecatini, per chiudere la kermesse organizzata da Dell'Utri. Aveva appena finito di parlare dell'"eredità" della sua azione politica e stava invitando gli alleati a fondersi in un unico grande partito quando ha perso i sensi. Il primo a soccorrere l'ex premier è stato il sindaco di Catania, Umberto Scapagnini, una volta suo medico personale, che gli si è affiancato nel momento in cui ha cominciato ad accasciarsi. Sono arrivate poi le guardie del corpo a trasportarlo in una saletta riservata.

Mentre nella sala in stato di choc saliva la tensione e la preoccupazione, Irene Pivetti è salita sul palco a dichiarare conclusa la manifestazione, ma anche per tranquillizzare il pubblico comunicando che Berlusconi si stava riprendendo. Il Cavaliere si è infatti ripreso poco dopo, tanto che non è voluto salire sull'ambulanza, e ha preferito andarsene con la propria auto, dopo aver salutato i presenti. E a sgomberare il campo dai dubbi di un forfait al corteo di sabato contro la Finanziaria arriva una nota di Forza Italia: «Berlusconi parteciperà alla manifestazione del 2 dicembre», assicura.

Nel pomeriggio l'elicottero lo ha riportato a Macherio, a Villa Belvedere. In ogni caso, Berlusconi, che, assicurano dal suo entourage, si è ripreso bene e non ha avuto bisogno di aiuto per scendere dall'elicottero, sará sottoposto ora ad alcuni accertamenti medici, al termine dei quali potrebbe essere emesso un comunicato stampa.

Fin dalle prime battute del suo intervento di fronte ai giovani dei Circoli di Dell'Utri, Silvio Berlusconi aveva fatto riferimento a un suo particolare stato di commozione. Accolto dall'entusiasmo dei giovani aveva esordito cosi: «Voi non mettete in conto il fatto che noi vecchietti siamo esposti alla commozione e che questa commozione può fare brutti scherzi al cuore».
E il discorso del Cavaliere era stato pronunciato con un crescendo di pathos. «La libertà è a rischio, la nostra più profonda preoccupazione è che vengano meno i margini di libertà» era stato il primo urlo lanciato ai ragazzi dei circoli della libertà a Montecatini, dove ha chiuso la kermesse organizzata da Dell'Utri. Un intervento-richiamo a scendere in campo contro chi oggi governa dopo quella che fu la «notte degli spogli e degli imbrogli». Applausi e cori di incoraggiamento avevano accolto l'ex premier che a un certo punto aveva accennato anche ad asciugarsi il viso per la commozione.

Poi via a spada tratta contro la sinistra: «Un albero non può cambiare frutti, le radici della sinistra sono in una cultura anticapitalistica, in un comunismo ortodosso. Il governo è dominato dalla sinistra radicale e anche i modernisti ne subiscono i diktat della sinistra, altrimenti cadrebbe il governo». Per questo motivo, ragionava, «ci conviene unirci tutti contro l'esercito della sinistra. Il primo dei nostri diritti è quello alla libertà».

«Per loro lo Stato - continua Berlusconi - è il titolare di ogni diritto, li concede ai cittadini. Per loro lo Stato non è che potere. Da qui deriva il loro modo di governare attraverso lo strumento tributario, non per dare a chi ha di meno ma per le loro clientele e espandere il loro potere. Per questo lo strumento del controllo bancario. La libertà economica ha lo stesso valore di tutte le altre libertà».
L'ex premier infine era tornato sull'operato del suo governo: «Mai ho portato un provvedimento in Cdm che permettesse al fisco di mettere le mani nelle tasche dei cittadini o che colpisse gli avversari politici o che diminuisse la libertà di ognuno di noi».

Infine le ultime parole pronunciate prima di accasciarsi: «L'obiettivo adesso è convincere tutte le forze politiche della Casa delle liberrà a fondersi in un unico grande partito della libertà. Questo è il mio appello, questo è quello che penso di poter lasciare come eredità della mia azione politica. Ora scusate, la commozione ha prevalso». E ha perso i sensi.

Prima di recarsi per accertamenti di routine all’ospedale S.Raffaele di Milano,dove si tratterrà almeno 24 ore su consiglio del suo medico il primario Prof.Zangrillo,Berlusconi ha voluto ringraziare e rassicurare tutti sul suo stato di salute: «È stato un collasso per la fatica,il caldo,poi anche perl’operazione che ho fatto al ginocchio recentemente. Tutte queste cose insieme, però niente di grave».

Corriere 26/11/2006

 

Nulla di particolarmente grave dunque, l’unica cosa che mi preme di sottolineare è che queste cose succedono soltanto a chi mette tutto se stesso in quello che fa e nelle sue idee e nella sua passione,del resto leader si nasce,non ci si improvvisa.

AUGURI PRESIDENTE SIAMO TUTTI CON LEI,E LE DIAMO APPUNTAMENTO A ROMA IL GIORNO 2, PER GUIDARCI NELLA GRANDE MANIFESTAZIONE CONTRO IL GOVERNO DELLE TASSE E DELL’ODIO SOCIALE.












permalink | inviato da il 27/11/2006 alle 2:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa


23 novembre 2006

FINE DELLE MENZOGNE!

“Per accontentare l’Ue bastava una Finanziaria da 15 miliardi. L’abbiamo caricata per il cuneo fiscale e i contratti pubblici.”

Tommaso Padoa Schioppa  21/11/2006

 

Che questo sia un governo di “tafazzisti” è cosa ormai arcinota,ma che si arrivi a smentire pubblicamente le bugie propinate in questi mesi agli italiani,con una faccia di bronzo degna di miglior causa,ha francamente dell’incredibile,mai visto tanto dilettantismo e improvvisazione.

Gettata la maschera sparisce d’incanto il “disastro dei conti pubblici” , e  si scopre che erano tutte trovate “propagandistiche” per far digerire agli italiani  gli effetti di una manovra pesantissima,ma questo tutti coloro che possiedono un briciolo di buon senso e non hanno il cervello all’ammasso lo hanno capito ormai da un pezzo, basta guardare i “sondaggi” degli istituti “amici” ,sul gradimento dell’esecutivo, per rendersene conto.

La verità è che il governo Berlusconi ha trovato un buco di 19 mld,questo si certificato dalla UE, e ha lasciato in dote un surplus aggiuntivo di nuove entrate impreviste tra i 15 e i 20 mld.

E così si vara una manovra fatta all’80% di inasprimento fiscale e nuovi balzelli e pochi o nessun taglio di spese improduttive, per fare “spesa pubblica” e “assistenzialismo industriale” a carico dei cittadini di tutte le fasce sociali,poiché anche i meno fortunati dovranno pagare l’aumento del bollo auto, il rincaro del riscaldamento pari al 10%, la tassa di scopo,l’aumento delle addizionali locali,e chi più ne ha più ne metta, e non basteranno certo l’equivalente di due gelati giornalieri nel migliore dei casi,previsti nel riallineamento(Sic) delle aliquote IRPEF  per chi ha redditi inferiori,a compensare un tale salasso, perché anche se si toglie qualcosa ai ceti più abbienti non gli cambia la vita, ma se si toglie anche a chi ha di meno diventa un dramma,e questa finanziaria paradossalmente colpisce proprio i più deboli.

Una vera beffa poi il cd “taglio del cuneo fiscale” ,ai lavoratori dipendenti non verrà nulla poiché come previsto nella manovra viene assorbito dal riallineamento delle aliquote IRPEF,ma non è tutto,sono escluse le aziende con un imponibile IRAP inferiore ai 180.000 euro, ovvero la maggior parte delle piccole e medie aziende,ossia il 90% del tessuto produttivo italiano.

In pratica si torna con forza a foraggiare i “carrozzoni” della grande industria e dei poteri forti, attraverso il” taglio mirato del cuneo fiscale”, “rottamazioni”, “prepensionamenti” ecc.ecc., il tutto a carico dei contribuenti, basti pensare che un azienda come la Fiat ci è costata dal 1975 al 2000 qualcosa come 220.000 mld di vecchie lire, e hanno dovuto aspettare questo governo per fare quello che Berlusconi non gli ha mai permesso,ovvero “prepensionare” oltre 6.000 cinquantenni a carico della collettività, poi agli altri vogliono aumentare l’età pensionabile.

Insomma basta con questi pseudo imprenditori buoni soltanto a privatizzare gli utili e a socializzare le perdite,così sono capaci tutti, in Italia non c’è,non c’è mai stata,ne mai ci sarà la cultura della grande industria, l’ossatura produttiva del nostro paese è la piccola-media industria, magari consorziata, che  viene  sistematicamente ignorata.

I cittadini non sono stupidi,soprattutto se gli tocchi il portafoglio hanno memoria d’elefante, prima o poi  presenteranno il conto.

Intanto dopo i carabinieri,domani contro la finanziaria manifestano i vigili del fuoco,altro giro,altro sciopero…..








permalink | inviato da il 23/11/2006 alle 0:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (52) | Versione per la stampa


19 novembre 2006

NULLA DI NUOVO,UN FILM GIA' VISTO.

Tutto ampiamente previsto alla manifestazione per la pace??? in Palestina  a Roma, tre fantocci raffiguranti un soldato israeliano, uno italiano e uno americano sono stati dati alle fiamme lungo i Fori Imperiali al grido di «Israele brucerà». Il manichino italiano indossava una bandiera tricolore con il fascio littorio. Autori del gesto alcuni esponenti dei centri sociali che guidavano la testa del corteo promosso dal forum Palestina libera con lo slogan «Solidarietà al popolo palestinese», partito da Piazza della Repubblica e concluso a piazza Venezia. Non sono mancati momenti di tensione, con le telecamere che cercavano di riprendere l’improvvisato falò e i giovani con le kefiah che tentavano di impedirglielo con spintoni e urla. Si sono sentiti anche altri slogan, come l'ormai tristemente noto «Dieci, cento, mille Nassiriya», «L'unico tricolore da guardare è quello disteso sulle vostre bare».

Presenti dirigenti e parlamentari di Rifondazione Comunista,Comunisti Italiani,Cobas,Centri Sociali, Partito Comunista dei Lavoratori.

"Non sono nè uomini nè donne", ha commentato Paola Cohen Gialli, vedova del maresciallo dei carabinieri Enzo Fregosi, uno dei morti nell'attentato di Nassiriya nel 2003. "Queste sono persone vuote, senza ideali, ma anche senza alcun sentimento. Non sono classificabili", ha aggiunto. Stesso tono ha usato Marco Intravaia, figlio del carabiniere Domenico, anch'egli vittima dell'attentato. "Adesso basta. Non ne possiamo più di questa gente così stupida, così crudele che continua ad inneggiare alla strage".

Come al solito i vari Bertinotti,Diliberto,Rizzo ecc. hanno cercato di condannare e prendere le distanze, ma questa gente è il loro “humus”,il loro serbatoio di voti,a chi vogliono darla a bere?

Gli amici di Hamas e di Hezbollah  non incantano più nessuno ormai.











permalink | inviato da il 19/11/2006 alle 2:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (49) | Versione per la stampa


16 novembre 2006

A PROPOSITO DI PAZZI.....

Roma, 10 novembre 2006, ore 18,10. Il vicepremier con delega al Turismo, Francesco Rutelli, commenta l'introduzione della tassa di soggiorno nella Legge finanziaria 2007. «Si tratta di una norma moderna e giusta i cui proventi verranno investiti nei servizi turistici», afferma il leader dei Dl definendo «un piagnisteo assurdo» le lamentele degli operatori del settore.

 

Roma, 14 novembre 2006, ore 11,56. Il vicepremier con delega al Turismo, Francesco Rutelli, commenta la soppressione della tassa di soggiorno dalla Legge finanziaria 2007. «È una decisione saggia del Parlamento - dice - perché si trattava di una norma che metteva in difficoltà il turismo».

 

A questo punto io mi domando e vi domando :”ma i veri “pazzi” sono i cittadini italiani, o questi pseudo governanti da operetta”?

Io non ho alcun dubbio in proposito…..   





permalink | inviato da il 16/11/2006 alle 1:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


12 novembre 2006

C'E' UN'ITALIA CHE NON DIMENTICA.

Nel giorno in cui Prodi definisce come “pazzi” i cittadini italiani ,non accorgendosi,e come potrebbe del resto,che è lui l’unico vero pazzo, anche coloro che lo hanno votato e sostenuto sono “rinsaviti” da un pezzo ormai, ogni altro commento è inutile e superfluo, è come sparare sulla croce rossa ,”presto il direttore del manicomio sarà dimissionato”, preferisco dunque volgere altrove i miei pensieri.

Oggi ricorre l’anniversario della strage di Nassirya,  una delegazione di Forza Italia  guidata dall’onorevole Tajani si è recata al sacrario militare del cimitero del Verano a Roma  dove ha deposto due corone di alloro in ricordo dei “martiri della libertà e della democrazia”.

Vergognoso e imbarazzante il silenzio del governo che ha annullato tutte le manifestazioni ufficiali, in ossequio ai dettami di no-global,pacifinti e sinistra radicale che impongono la loro agenda  ogni giorno di più,quei poveri ragazzi si saranno rivoltati nella tomba.

Deliranti addirittura le dichiarazioni del presidente della camera dei deputati Bertinotti,il quale ha affermato che quei militari non sono “morti per la pace”,in netto dissenso con il Presidente Napolitano che ha ribadito:”tutte le missioni all’estero dei nostri militari sono avvenute e avvengono nello spirito e nella lettera dell’art.11 della Costituzione”.

Fortunatamente c’è un’Italia che non dimentica e non vuole dimenticare, e vuole che  l’esempio di abnegazione e senso dello Stato dimostrato dai soldati morti nella strage di tre anni fa sia commemorato dalle istituzioni e diventi un riferimento per le nuove generazioni.

In questo momento sono idealmente vicina alle famiglie dei caduti,ed esprimo loro la mia solidarietà nella condivisione del dolore e del ricordo, e del vergognoso comportamento delle istituzioni che hanno ucciso i loro cari una seconda volta.





permalink | inviato da il 12/11/2006 alle 3:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (38) | Versione per la stampa


10 novembre 2006

ILDISCORSO DELLA LIBERTA'.

 Quando nel gennaio di quest’anno il parlamento europeo ha approvato la risoluzione di “condanna del comunismo”con con 99 voti a favore,48 contrari e 2 astenuti, l’assemblea ha invitato i partiti comunisti e postcomunisti degli Stati membri a condannare quei fatti storici senza ambiguita' come presupposto per una effettiva riconciliazione,nonché a stigmatizzare l'ideologia e il movimento comunista,che laddove e quando fosse realizzato,provocherebbe terrore di massa,crimini e violazione dei diritti umani su vasta scala.

Il relatore,lo svedese Goran Lindblad del PPE,ha chiesto di istituire un "giorno della memoria" per le vittime del comunismo e di prendere delle iniziative pedagogiche per ricordare i crimini (tra le quali anche una revisione dei libri di storia).

In Italia tutto ciò è stato già fatto,il governo Berlusconi ha istituito infatti con la legge 61 del 15 Aprile 2005 “IL GIORNO DELLA LIBERTA’” nella ricorrenza del 9 novembre , in ricordo dell'abbattimento del muro di Berlino,evento simbolo per la liberazione di Paesi oppressi e auspicio di democrazia per le popolazioni tuttora soggette al totalitarismo,e in tale occasione vengono annualmente organizzati cerimonie commemorative ufficiali e momenti di approfondimento nelle scuole che illustrino il valore della democrazia e della libertà evidenziando obiettivamente gli effetti nefasti dei totalitarismi passati e presenti.
E la cosa assume ancora più importanza se si pensa che in Italia c'è stato il maggior partito comunista occidentale,il PCI, complice "MORALE E IDEOLOGICO" dei crimini del comunismo,che dovunque è andato al potere ha prodotto "MISERIA,TERRORE E MORTE",e dopo il crollo del muro di Berlino,e la caduta dell' “IMPERO DEL MALE” è stato costretto "DAL FALLIMENTO E DALLA VERGOGNA,A CAMBIARE PIU' VOLTE NOME E SIMBOLI" , ma con scarsi risultati visto che gli uomini sono rimasti gli stessi come pure la mentalità e i metodi propri del comunismo .

Oggi dunque nella ricorrenza di tale avvenimento storico per l’umanità intera, e in presenza di una specifica legge,non vi è stata nessuna iniziativa istituzionale al riguardo,la cosa non meraviglia più di tanto,sarebbe troppo pretendere che i “pistolini di Stalin e di Pol Pot” ,alcuni dei quali assurti ad “elevate cariche istituzionali”, rinneghino il proprio passato.

Ma la gente non dimentica di certo, e ha ben presente le responsabilità morali e anche materiali di coloro che hanno condiviso e alcuni tutt’ora condividono  i “crimini e l’ideologia comunista”.

Mi sembra quanto mai opportuno quindi,proporre uno stralcio del “discorso della libertà”,pronunciato da Silvio Berlusconi.

Occorre rifiutare fermamente l’idea, che ancora oggi circola in Italia e in Europa, che il comunismo sia stato un modello in se stesso buono, che per ha trovato una cattiva applicazione. No, il comunismo era ed è intrinsecamente sbagliato perché nega la natura umana ed è stato, con il nazismo, l'impresa più disumana e criminale della storia dell'umanità. Non può e non potrà mai esistere un comunismo buono. Il comunismo è stato insieme il pensiero e la prassi più grandiosi e più reazionari della storia: il progetto di cambiare la natura dell'uomo e di fermare la storia. Il comunismo sovietico, lo ripeto, da molti politici della sinistra è ancora considerato un bene che ha fallito, non un male. L'epiteto di male assoluto è attribuito al nazismo ma non al comunismo, nonostante i loro comuni, tragici effetti. Il crollo del muro di Berlino che noi qui celebriamo ha segnato la fine dei regimi comunisti nell’Europa centrale ed orientale. Purtroppo non ha significato la fine di tutti i regimi comunisti nel mondo. Centinaia di milioni di persone vivono ancora sotto questi regimi, che negano le libertà fondamentali. Non dobbiamo dimenticarlo mai. Ma il comunismo non sopravvive soltanto in Cina, nella Corea del Nord o a Cuba. No, il comunismo continua a sopravvivere anche nei Paesi occidentali, anche in quelli dove esso, respinto dalle forze della libertà, non è mai riuscito a diventare regime.
Vedete, diranno certamente che io cerco di alzare i toni in vista della campagna elettorale, che cerco di ricreare artificialmente un pericolo comunista che non esiste più. Ma io sostengo, io voglio dire che è grave che nella coalizione della sinistra vi siano ancora dei partiti che ostentano con orgoglio la denominazione comunista. È il segno che il seme dell'illiberalismo e del totalitarismo è ancora presente. Ancora vi sono, nella coalizione della sinistra, partiti che ostentano con orgoglio come loro simbolo la falce ed il martello, il simbolo dello Stato sovietico. Noi siamo dei veri democratici, non ci sorprende certo il fatto che esistano questi partiti e che vi siano degli italiani che li votano. Ma non possiamo non sottolineare la contraddizione di una sinistra che si dice cambiata e invece continua ad ostentare i tragici vessilli del comunismo. Del resto, anche il principale partito della sinistra ha mantenuto come classe dirigente, come protagonisti gli stessi personaggi che costituivano la classe dirigente del Pci, il partito che ha tardato molto, troppo, a prendere le distanze da Mosca e dal comunismo ortodosso. Ora essi cercano di riciclarsi come socialdemocratici, come socialisti europei. Ma di chi si possono fidare di più gli italiani? Di chi ha sbagliato tutto, ha condiviso l’ideologia illiberale del comunismo, di chi, per tanti anni, si è reso complice, almeno morale, delle efferatezze commesse dalle dittature comuniste ed ora, sconfitto dalla storia, cerca di reinventarsi nei panni del liberale? Gli italiani si possono, anzi si devono, fidare di più di chi ha sempre visto giusto, di chi è sempre stato liberale. Di chi si è battuto da sempre per la libertà economica e civile. Di chi non ha mai pensato che lo Stato o il partito venissero prima delle persone.

Dal discorso della libertà.
Silvio Berlusconi-9 novembre 2005







permalink | inviato da il 10/11/2006 alle 1:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa


8 novembre 2006

IL MOLISE RICONFERMA IORIO E LA CDL.

Con il 54,01 % dei voti Michele Iorio, governatore uscente di Forza Italia, e’ stato rieletto presidente del Molise, lo sfidante Ruta del centrosinistra si è fermato al 45,9%.

"Devo ammettere che speravo nella vittoria ma in un trionfo così imponente no", ha commentato il riconfermato governatore, che ha annunciato anche di essere pronto a  lasciare il suo seggio al Senato per restare alla guida della Regione".

Silvio Berlusconi,che nelle scorse settimane durante la campagna elettorale ha più volte presenziato alle manifestazioni della CDL,  non appena è risultato chiaro l’esito del confronto,ha telefonato al rieletto governatore per complimentarsi e augurargli un buon proseguimento di lavoro.

Tutti soddisfatti i leader della CDL per la bella vittoria, significative a mio parere le parole di Alessandra Mussolini :” Quando la Casa delle Libertà in una qualsiasi competizione elettorale,si presenta compatta e coesa,non c’è partita.”






permalink | inviato da il 8/11/2006 alle 0:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa


6 novembre 2006

UN CARNEVALE PERMANENTE.

Ieri è andata in scena l’ultima “farsa” della sinistra, nella manifestazione nazionale contro il precariato insieme ai 150.000 manifestanti erano presenti ben 9 tra viceministri e sottosegretari che protestavano contro loro stessi tra i quali Paolo Cento e Patrizia Sentinelli.

Prodi si è subito affrettato a precisare che non era una protesta contro il governo,non si capisce allora  gli striscioni con le scritte :” DAMIANO SERVO DEI PADRONI VATTENE” oppure “FATE QUALCOSA DI SINISTRA ASSUMETECI TUTTI”  contro chi erano diretti, ma si sa” tra precari ci si intende e si solidarizza”.

 L’accusa maggiore contro il governo è stata quella di non aver cancellato la legge Biagi(Sic),oltre naturalmente della Bossi-Fini e della riforma Moratti.

Una parte della maggioranza è stata costretta a fare buon viso a cattivo gioco, ma ad altri proprio non è andata giù, come al ministro Gentiloni che ha dichiarato:” Così si rompe il patto di governo” o Lusetti: "Scorretto e incoerente stare al governo e andare in piazza a protestare",l’UDEUR ha addirittura chiesto le dimissioni del viceministro degli esteri Patrizia Sentinelli.

Non potevano mancare naturalmente tafferugli tra polizia e manifestanti.

E così quando credi che la sinistra italiana abbia toccato il fondo,sbagli di grosso, riescono sempre a stupire e a dimostrare che, sono capaci di andare molto ma molto più in profondità…  








permalink | inviato da il 6/11/2006 alle 0:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


5 novembre 2006

TERRORISTI AL MINISTERO.

Roberto Del Bello ex brigatista-rosso, è il segretario particolare di Francesco Bonato, attuale sottosegretario al Ministero dell’Interno di Rifondazione Comunista.

Ma non solo,Del Bello risulta essere esponente di rilievo del PRC essendo stato eletto consigliere alla provincia di Venezia e ha ricoperto anche la carica di segretario del partito della provincia ,prima di approdare nelle stanze del Ministero degli Interni.

Del Bello risulta essere stato condannato  dalla Cassazione per  “Associazione con finalità di terrorismo o eversione e partecipazione a banda armata” e ha scontato 4 anni e 7 mesi di reclusione nonché l’interdizione dai pubblici uffici per 5 anni con sentenza definitiva emessa il 20 luglio 1985.

E così nel Ministero a cui fanno capo le forze dell’ordine lavora un terrorista, e gli stessi che lo hanno messo in quel posto magari pretendono di dare lezione di etica e moralità,ma si sa, con i “compagni che sbagliano” spesso si chiude un occhio se non tutti e due.

Devo chiudere qui,sento salire prepotentemente degli irrefrenabili conati di vomito…..






permalink | inviato da il 5/11/2006 alle 18:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


5 novembre 2006

PROCESSI MEDIATICI.

Ancora una volta nella Tv di stato si fanno processi sommari e si leggono sentenze di condanna  senza che l’imputato “virtuale” abbia la possibilità di difendersi e replicare.

Succede nella trasmissione AnnoZero ,dove Michele Santoro,dismessa l’aureola di martire che pure gli ha fruttato l’elezione al parlamento europeo,è tornato al vecchio vizietto  di imbastire processi senza contraddittorio spalleggiato dai suoi sodali.

Il flop di ascolti della trasmissione ha probabilmente indotto  Santoro a trovare un qualche argomento di forte impatto mediatico per tentare di risollevarli, e così giovedì scorso è andato in scena l’ennesimo “processo in diretta”  a Silvio Berlusconi , al quale è stato negato l’intervento per fornire la “sua versione”  dei fatti sul caso Mills,mentre Santoro si ergeva a “tribuno del popolo” dopo essersi autoeletto “rappresentante della società civile” (Sic).

Un episodio gravissimo dunque ,di gestione parziale e personalizzata del servizio pubblico,utilizzato ai fini di “killeraggio politico” che è finito sul tavolo del CDA della RAI che sarà chiamato quanto prima a pronunciarsi.

Mi sembra utile ricordare che già nel 2001 la RAI  di Zaccaria fu costretta a sospendere una trasmissione di Santoro a causa di un episodio analogo e deferire lo stesso alla commissione disciplinare.

Un cenno dell’ accaduto è stato fatto da  Berlusconi durante un collegamento telefonico con la piazza di Larino, in Molise, dove sono prossime le elezioni regionali: «Basta vedere le trasmissioni di Santoro - ha detto il Cavaliere - c'è un'Italia dell'odio, della calunnia ed un'Italia dell'amore, della tolleranza».

Se Santoro ha voglia di far politica poteva rimanere a farla nell’europarlamento, di certo i cittadini che pagano il canone per il servizio pubblico si aspettano e hanno diritto di avere trasmissioni di approfondimento equilibrate e giornalisti preparati,imparziali  e professionali,non certo “GUITTI E GIACOBINI DA OPERETTA, PROTESI E CIABATTE DI PARTITO”.

Update  08/09/2006 : Il CDA della RAI  riunito oggi in consiglio, ha deciso che domani all’inizio della trasmissione Anno Zero,Michele Santoro  sarà “obbligato” a leggere la nota di rettifica e precisazione di Silvio Berlusconi che era stata impedita nella scorsa puntata.

Forse sarebbero stati più appropriati “provvedimenti disciplinari” da parte dell’azienda,in ogni caso meglio di niente,anche perché come si è spesso verificato, gli attacchi “strumentali” a Berlusconi  si trasformano in boomerang.
 




permalink | inviato da il 5/11/2006 alle 2:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


4 novembre 2006

INTERVENTO PERFETTAMENTE RIUSCITO.

ROMA «perfettamente riuscita» in Belgio l'operazione per «l'asportazione di un frammento di menisco del ginocchio destro» a cui è stato sottoposto Silvio Berlusconi sabato mattina. Lo rende noto l'ufficio stampa del presidente di Forza Italia. L'intervento, si legge nella nota, è stato eseguito dal professor Marc Martens e dalla sua squadra nella clinica di Anversa, in Belgio. Berlusconi era accompagnato dal suo medico personale, il professor Alberto Zangrillo, primario di terapia intensiva cardiovascolare del S.Raffaele di Milano, e dal deputato Valentino Valentini. Berlusconi si era infortunato giovedì mattina mentre faceva ginnastica in casa.

04 novembre 2006-Adnkronos

 

I migliori auguri di pronta guarigione e serena convalescenza Presidente,ai quali sono certa, si uniscono tutti i lettori di questo spazio,l’Italia e gli azzurri oggi più che mai hanno bisogno di Lei in perfetta forma, poiché ha rappresentato e rappresenta “l’unica speranza di salvezza per questo maltrattato paese”.




permalink | inviato da il 4/11/2006 alle 16:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


2 novembre 2006

IL PEGGIOR MINISTRO DELL'UNIONE EUROPEA.

Voto del tutto insoddisfacente per Tommaso Padoa Schioppa che, nella classifica del Financial Times sui ministri delle Finanze dei dodici paesi di Eurolandia, si piazza all'ultimo posto per "abilità". Nell'impietosa pagella, il quotidiano britannico spiega che il ministro italiano "ha incontrato difficoltà nel mettere in pratica quelle virtù di disciplina di bilancio che predicava quando era membro del board della Bce".

Tra i "fairest", ovvero i migliori, l'austriaco Karl-Heinz Grasser si porta a casa invece tre stellette piazzandosi al primo posto, così pure il lussemburghese Jean Claude Juncker (secondo), il belga Didier Reynders (terzo) e l'olandese Garrit Zalm. Con due stellette, invece, figurano il francese Thierry Breton, l'irlandese Brian Cowen, il finlandese Eero Heinlauoma, lo spagnolo Pedro Solbes, il tedesco Peer Steinbruck e il portoghese Fernando Teixeira Dos Santos. Fanalino di coda, il nostro titolare di via XX Settembre, unico tra i 12 ministri a vedersi assegnata una sola stella dal giornale londinese.

La classifica del quotidiano britannico, come spiega il giornale, è stata realizzata anche con il giudizio dei propri corrispondenti nei vari paesi, insieme all'effettiva politica messa in atto dai ministri.

 Questo dunque il Financial Times  sul ministro dell’economia italiano,ma in quanto ad autorevolezza politica e morale all’estero anche il nostro Presidente del Consiglio non scherza:

 -Per la stampa europea e anche mondiale, la questione è chiara da tempo: Romano Prodi è il peggior presidente che la Commissione abbia mai avuto. Sotto il suo regno, l'esecutivo europeo ha perso la sua autorità sia morale che politica. Non è un caso se parla sempre meno ai Consigli europei dei capi di stato e di governo: l'ottobre scorso, al summit d'autunno sull'economia, l'uomo semplicemente non ha detto una parola, sebbene l'economia sia appunto la materia naturale della Commissione. Un solo paese ignora tutto di questa triste realtà: l'Italia
Liberation 27 Settembre 2003

-L’operato di Prodi a Bruxelles, benché deriso in quasi tutta Europa, è motivo di orgoglio per molti italiani.
Times 17 Maggio 2004

-Romano Prodi: "le gaffes lastricano la sua strada"
in quasi tutti i governi (europei) cresce l'irritazione verso l'uomo al vertice della più importante istituzione europea. E, quel che è quasi peggio per l'uomo e per il suo incarico, Prodi sempre meno viene preso sul serio.
Die Welt 17/07/2001

- (Prodi) non sa parlare, non sa imporre l’autorità della commissione sugli egoismi nazionali, non ha alcuna capacità di pensare in grande e presentare una visione strategica del futuro dellUnione.
Der Spiegel 10/10/2004

-Prodi è un problema per l'Europa,non essendoci modo per agevolarne l'uscita e non essendoci cenni di dimissioni volontarie i leader europei hanno la possibilità di lavoraci assieme, il che puo’ essere impossibile, o più spesso di lavoragli attorno.
Times 02/02/2002

-Romano Prodi, dal bilancio discusso, lascia una commissione indebolita ... senza carisma, pessimo comunicatore, Romano Prodi è accusato di lasciare un'Europa senza progetto e una commissione che non ha più l'attenzione dei capi di Stato e di governo.
Sotto la sua presidenza la Commissione non è stata in grado di rappresentare l'Europa sulla scena internazionale ... Prodi è stato anche regolarmente accusato di utilizzare le sue funzioni a Bruxelles per pesare sulla politica italiana.
Le Monde 21/06/2004

-Prodi:Un dilettante catapultato su una poltrona troppo importante per lui.
Financial Times 10/10/2004

-"La performance di Romano Prodi come presidente della commissione europea è stata orrenda. L'ex premier italiano è l'uomo sbagliato per l'incarico. Non ha dimostrato nè larghezza di vedute nè l'attenzione ai dettagli richiesta per uno dei ruoli più difficili del mondo. Manager incapace, non sa comunicare, con un'allarmante propensione alle gaffe".

Financial Times 27 maggio 2004

-(...) He talked up his achievements, but critics declared him the worst president in the history of the EU.
(...) Charles Grant, the europhile director of the Centre for European Reform think-tank, said: He has been the most unsuccessful president in the history of the EU.
(...) He came to power saying that his priority was to purge the EU's institutions of fraud, but last year it emerged that millions of euros had vanished without trace into secret bank accounts opened by the officials of Eurostat, the EU's statistical agency.

"Times", 26 ottobre 2004

 

Naturalmente questo è un campionario esemplificativo,ma non certo esaustivo dell’alta considerazione che godono in Europa e nel mondo il nostro attuale primo ministro Romano Prodi, e Padoa-Schioppa.

Se a tutto ciò si aggiunge il recente declassamento dei nostri conti pubblici,a causa di una finanziaria tutta tasse che non favorisce certo lo sviluppo economico, da parte delle principali agenzie mondiali di rating,forse si capisce perché siamo diventati una “barzelletta mondiale”.






permalink | inviato da il 2/11/2006 alle 1:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa


2 novembre 2006

DOLCETTO O SCHERZETTO???




permalink | inviato da il 2/11/2006 alle 0:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

sfoglia     ottobre        dicembre
 

 rubriche

Diario
Immagini del giorno
Trinariciuti
Politica
Miseria,Terrore e Morte
Silvio Berlusconi
Parole in libertà

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

MARA CARFAGNA
IDEAZZURRA
NON SOLO NAPOLI
AG BELLUNO
KOMUNISTELLI
PER IL POPOLO DELLA LIBERTA'
FILIPPO
IL BERRETTO A SONAGLI
FAZIOSO LIBERALE
PENSIERI IN VOLO
VOCERIBELLE
MARALAI
AMPIORESPIRO
F. STORACE
LA DESTRA NEWS
IL VELINO
YOUTUBE
CASA DELLE LIBERTA':
FORZA ITALIA
FORZA ITALIA GIOVANI
FORZA ITALIA SENATO
FORZA ITALIA CAMERA
FORZA ITALIA GRUPPO EUROPEO
ALLEANZA NAZIONALE
LEGA NORD
UDC
NUOVA DEMOCRAZIA CRISTIANA
NUOVO PSI
MOVIMENTO PER L'AUTONOMIA
PARTITO LIBERALE
PARTITO REPUBBLICANO
RIFORMATORI LIBERALI
STEFANIA CRAXI
ALESSANDRA MUSSOLINI
PENSIONATI
MOVIMENTO SOCIALE-FIAMMA TRICOLORE
PARTITO POPOLARE EUROPEO
CIRCOLO DELLA LIBERTA'
CIRCOLO GIOVANI
MEDIA:
ADNKRONOS
ANSA
AVVENIRE
CORRIERE DELLA SERA
DAGOSPIA
FAMIGLIA CRISTIANA
IL FOGLIO
IL GIORNALE
IL LEGNO STORTO
IL MANIFESTO
IL MESSAGGERO
IL SECOLO XIX
ILSOLE24ORE
IL TEMPO
ITALIA LIBERA
LA 7
LA DISCUSSIONE
L'ESPRESSO
LIBERAZIONE
LIBERO
L'OPINIONE
L'OSSERVATORE ROMANO
LA PADANIA
LA STAMPA
LA TV DELLA LIBERTA'
L'UNITA'
MEDIASET
NOI PRESS
PANORAMA
POTERE SINISTRO
QUOTIDIANONAZIONALE
RAGIONPOLITICA
RAI
RAI TELEVIDEO
RASSEGNA STAMPA
REPUBBLICA
SONDAGGI POLITICO-ELETTORALI
TGCOM
THINK-TANK:
FONDAZIONE LIBERAL
FREE FOUNDATION
IDEAZIONE
ISTITUTO BRUNO LEONI
MAGNA CARTA
WEB JOURNAL:
BLOG-SHOW
BOOKCAFE
LIQUIDA
DICEVI? BLOGS JOINER
TOCQUEVILLE-LA CITTA' DEI LIBERI
FORUM:
ALFEMMINILE
CORRIERE FORUM
DONNA MODERNA
FORUM NUOVO PSI
FUORI DI TESTA
GIOVANI IT.- POLITICA
L’UNITA’
LA STAMPA FORUM
MARCO TRAVAGLIO FORUM
POLITICA ON LINE
REPUBBLICA
ULIVO/PD
SITI…ONOREVOLI:
ANTONIO PALMIERI
BENEDETTO DELLA VEDOVA
CLEMENTE MASTELLA
CARLO GIOVANARDI
GIULIO TREMONTI
RENATO BRUNETTA
PAOLO GUZZANTI
TOTO’ CUFFARO
AURORA86 CONSIGLIA:
!!:::GOVERNO PRODI
123 BETA
A CONSERVATIVE MIND
ACROSS THE BORDER
ADESTRA
AD SIDERA
AG AVERSA
AGE-VERNACOLESE
AKELA THE WOLF
ALEPUZIO
ALESSANDRA FONTANA
A LOOK TO THE RIGHT
ALTERNATIVA POPOLARE
AMANDACCO
AMERICAMERCATOINDIVIDUO
AMERICA THE BEAUTIFUL
ANNI DI SANGUE
ANTIKOMUNISTA
ANTIEUROPEO
ARCHEOPTERIX
ARMONIA DEI SENSI
ASTROLABIO
ATROCE PENSIERO
AZIONE GIOVANI
BALESTRATESI
BANDO ALL'IPOCRISIA
BARNEY PANOFSKY
BARRY GOLDWATER
BATTITORE LIBERO
BIETTO(ANCHE SE NON CI SEI PIU')
BIG DOGS WEBLOG
BLAKNIGHTS
BLOGIORNALE
BLOG PER SILVIO
BOTTOMLINE
C'E' WALTER
CALAMITYJANE
CALIMERO
CALVIN
CAMELOT DESTRA IDEALE
CAMILLO
CANTOR
CAPPERI
CARLO MENEGANTE
CATEPOL
CASTELLO BIANCO
CENSURAROSSA
CENTRODESTRA
CIRCOLO DELLA LIBERTA’ GOLFO DEL TIGULLIO
CIRCOLO GIOVANI FIRENZE CENTRO STORICO
CIRCOLO DELLA LIBERTA’ IL CAMINETTO
CIRCOLO LIBERTA’ TORINO
CHE CI DEVI FARE
CIVILTA'
COMMERCIALISTA
CONTROCORRENTE
C'E' POCO DA RIDERE
DALL’ALTRA PARTE
DAVERIK
DAW
DEBORAH FAIT
DEEARIO
DEIMM
DESTRA LAB
DIETRO LE LINEE NEMICHE
DILLA TUTTA
DORIA
DUMBS OX DAILY
EL BOARO
FABIO SACCO
FACE THE TRUTH
FATTI&MISFATTI
FENOMENI IN GIRO NON C’E’ NE
FREEDOMLAND
FREE THOUGHTS
FORT
FORZA FRIULI
FORZA ITALIA-BLOG
FULVIA LEOPARDI
GABIBBO
GAETANO SAGLIMBENI
GAWFER
GEMELLE GLITTER
GERMANYNEWS
GIANNI DE MARTINO
GIANFRANCO FINI PREMIER
GIANGIACOMO’S THINK THANK
GINO
GIOVANNI VAGNONE
GIOVANI AZZURRI VENETO
GIOVANI CON SILVIO
GIULIA NY
GRAZIE BERLUSCONI
GRENDEL FROM THE MOOR
HARRY
HARRY'S WORLD
HURRICANE
I DIAVOLI NERI
IGNAZIO ARTIZZU
IN GOD WE TRUST
ING.GAS NEO CON WEBLOG
INGEGNERBLOG
INNOVAZIONE GIOVANI
IL BARONE NERO
IL BLOG DELL'ANARCA
IL CAMPER
IL CASTELLO
IL CIELO SOPRA KABUL
IL FILO A PIOMBO
IL GIOVINE OCCIDENTE
IL GIULIVO
IL GRANDE GABBIANO
IL GRINCH
IL MANGO DI TREVISO
IL MASCELLARO
IL MIO MONDO
IL MISCREDENTE
IL NANO
IL RE DELLA MONNEZZA
IL REAZIONARIO
IL SIGNORE DEGLI ANELLI
IL SORVEGLIATO SPECIALE
IN ETERE
INYQUA
IL MOTEL DEI POLLI ISPIRATI
IL RUMORE DEI MIEI VENTI
IO&LUI
ITALIA LAICA
ITALIAN LIBERTARIANS
ITURADASTRA
JIHADI DU JOUR
JOYCE
KAGLIOSTRO
KATTOLICO
KRILLIX
L'USSARO
LA CASA DELLE LIBERTA' BLOG
LA CITTADELLA
LADYJADINA
LA GRANDE FORZA DELLE IDEE
LA LIBERTA’ VA CONQUISTATA OGNI GIORNO
LA RISCOSSA
LA TAVOLA ROTONDA
LA TERRA DI MEZZO
LA TESTATA
LA VOCE DEL PADRONE
LE BARRICATE
LEFTKILLER
LE GUERRE CIVILI
LIBERALIDEA
LIBERALI PER ISRAELE
LIBERIAMO MASSA
LIBERTA' AZZURRA(LA)
LIBERTARIAN POST
LISISTRATA
LOGICA
LUCAP.
LUCARIELLO.TK
LUXOR
M&A
MANOLO
MAODDI
MARCOPAOLOEMILI
MARINIELLO
MATTEO SANNA
MELANDRINA
MEMORIE DI UN TERRONE
MEZZOGIORNOEUROPEO
MIKEREPORTER
MITHRANDIR
MISSIONARIO
MONDIAL POST
MONDOPICCOLO
MUSICAEPOLITICA
NNHOCAPITO
NEBBIA IN VALPADANA
NE QUID NIMIS
NEOCON ITALIANI
NON PORGIAMO L'ALTRA GUANCIA
NON SI ABBIA TIMORE DI PUNIRE CAINO
NEXTCON
OGGI
OLIFANTE
ORPHEUS
OTIMASTER
PARBLEU
PARLA PER TE
PAROLIBERO
PARTIGIANO WILLIAM
PASSAGGIO A NORD EST
PASSAGGIO AL BOSCO
PAROLE&PENSIERI
PATRIOTI SI NASCE
PEGGIO SORU
PENDENTE A DESTRA
PERLAS
PESCARA LIBERA
POLITICALLY-SCORRECT
POLITICANDO
PORNOROMANTICA
POSIZIONE AUTARCHICA
PRO AMERICAN MOVEMENT
PROVOCAZIONE
PSEUDOSAURO
QUALCOSA DI DESTRA
QUID TUM?
RADICI E LIBERTA'
REJECT THE UN
ROBI
ROBINIK
ROLLI
SALVATORE LAURO
SARA-90
SARA PETELLA
SAURA PLESIO
SCHEGGE DI VETRO
SCHELETRI-SINISTRI
SCIOPENAUER
SGS
SICILIA RADICALE
SIETE PROPRIO COGLIONI
SIGLOBAL
SILVIOBERLUSCONIFANSCLUB
SILVIO NON FARMI ASTENERE PIU'
SINISTRERIA
SLIVERS OF MY SOUL
SONGCODES
SOSTIENI LANDRIANO
STARSAILOR
STATO MINIMO
STUDENTI PER LA LIBERTA'-MI
STUDIO LEGALE FIORIN
SUPERUOMO
SVULAZEN
TBLOG
TEXAS FRED
TEOCON
THANK YOU AMERICA
THE BRAIN WASH
THE HOLE IN THE WALL
THE JUST CHOICE
THE MOTE IN GOD’S EYE
THE NEW OBJECTIVIST
THE REAL CONSERVATIVE
THE RIGHT NATION
THUMBRIA
UGO MARIA CHIRICO
UPL
USER 2501
VALEFORN
VALERIO METRONIO
VELVET
VEXILLA
VIRGILIO FALCO
VITA E PASSIONI
VIVENDO E IMPARANDO
VOCIRPINE
VOTA SILVIO
W LA LIBERTA'
WALKING CLASS
WIND ROSE HOTEL
ZANZARA

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom